Recover-Me, Anti Invecchiamento, supporta la creazione delle ossa

Recover-Me stimola il metabolismo e la crescita delle ossa.

“Osteoporosi” significa letteramente “ossa porose”. Le ossa diventano più deboli, aumentando il rischio di fratture, specialmente nell’anca, vertebre spinali e polso. Il tessuto osseo viene costantemente rinnovato e il nuovo osso sostituisce l’osso vecchio e danneggiato. In questo modo, il corpo mantiene la densità ossea e l’integrità dei suoi cristalli e struttura. La densità ossea raggiunge il suo picco quando una persona ha circa 20 anni. Dopo i 35 anni circa, l’osso inizia a indebolirsi. Con l’avanzare dell’età, l’osso si rompe più velocemente di quanto non si ricostruisca. Se questo accade eccessivamente, si ha come risultato l’osteoporosi.

Image Description
L’osteoporosi comporta un progressivo indebolimento delle ossa

Recover-Me, Anti Invecchiamento, supporta la creazione delle ossa

L’amminoacido arginina è un fattore cruciale per la creazione dell’osso, tra le altre cose, supporta la produzione di collagene. Il collagene è una proteina che è il componente di base di vari tessuti connettivi (come la cartilagine) e l’osso. In questo modo, l’arginina supporta la crescita degli osteoblasti in cui si forma la massa ossea.
Come mostrano gli studi (vedi sotto) gli amminoacidi essenziali, come L-arginina (Arg) e L-lisina (Lys), sono coinvolti nel metabolismo osseo e nella crescita.

Source: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7877530

Arginine supplementation in the prevention and treatment of osteoporosis.

Supplemento di arginina nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi.
Visser JJ1, Hoekman K.
La somministrazione orale di L-arginina in dosi farmacologiche induce l’ormone della crescita e le risposte del fattore di crescita-I insulino-simile e stimola la sintesi di ossido nitrico. L’ormone della crescita e il fattore di crescita-I insulino-simile sono importanti mediatori del ricambio osseo e della formazione osteoblastica dell’osso, mentre l’ossido nitrico è un potente inibitore del riassorbimento osseo osteoclastico. A causa di questo doppio effetto sui regolatori fisiologici del rimodellamento osseo, la L-arginina potrebbe potenzialmente aumentare la formazione ossea rispetto al riassorbimento osseo e, di conseguenza, aumentare la massa ossea. È, pertanto, ipotizzato che l’integrazione orale di L-arginina possa essere una nuova strategia nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi. Gli studi di questa terapia semplice, sicura e poco costosa sembrano giustificati.

Fonte: http://osteoporosis-studies.com/category/supplements/arginine/

ABSTRACT

L’arginina e la lisina hanno un effetto positivo sugli osteoblasti in vitro

Osteoblasti osteopenici umani derivati dall’osso: effetti del trattamento degli amminoacidi essenziali.
Lo sviluppo di metodi di coltura cellulare in vitro ha permesso di studiare il metabolismo e la crescita delle cellule ossee e ottenere una visione più profonda della patofisiologia delle comuni patologie ortopediche come l’osteoporosi. Dopo aver analizzato l’effetto di due aminoacidi essenziali, L-arginina (Arg) e L-lisina (Lys), in precedenti studi in vitro e in vivo, gli autori presenti hanno studiato la somministrazione di Arg e Lys in osteoblasti derivati da ossa osteopeniche umane. Dopo l’isolamento, gli osteoblasti sono stati coltivati in DMEM integrato con Arg (0,625 mg/ml/giorno, Arg Group) o Lys (0,587 mg/ml/giorno, Lys Group), o entrambi (Arg-Lys Group), mentre il gruppo di controllo è stato trattato con placebo. Dopo 7 giorni sono stati testati i seguenti parametri in tutti i gruppi: test di proliferazione MTT, fosfatasi alcalina (ALP), ossido nitrico (NO), calcio (Ca), fosforo (P), osteocalcina (OC), procollagene C-terminale tipo I (PICP), Interleukin-6 (IL-6), Fattore di crescita trasformante beta 1 (TGF-beta 1), Fattore di crescita derivato da piastrine (PDGF) e Fattore di crescita-I insulino-simile (IGF-I). I risultati sono stati confrontati con quelli ottenuti da ossa umane sane per verificare l’effetto degli aminoacidi sugli osteoblasti derivati dal tessuto patologico. Inoltre, è stato effettuato un confronto con i risultati ottenuti dall’osso osteopenico di un topo per valutare l’affidabilità del modello in vitro. I risultati attuali supportano i risultati precedenti e indicano che la stimolazione di Arg e Lys ha un effetto positivo sulla proliferazione, attivazione e differenziazione degli osteoblasti. Pertanto, la somministrazione di questi aminoacidi può essere utile nel trattamento clinico e nella prevenzione dell’osteoporosi.

Torricelli P, Fini M, Giavaresi G, Giardino R
Artif Cells Blood Substit Immobil Biotechnol Feb 2003

WordPress Video Lightbox